Home / Mondo / Bamiyan e Ninive: siti archeologici di inestimabile valore
Bamiyan e Ninive: siti archeologici di inestimabile valore

Bamiyan e Ninive: siti archeologici di inestimabile valore

BamiyanDal III secolo d.C. fino alla conquista islamica, avvenuta in Afghanistan all’incirca nel IX secolo, la città di Bamiyan, oggi capoluogo della regione omonima, è stata non solo un importante avamposto commerciale lungo la Via della Seta, ma anche un rinomato centro buddhista e meta di pellegrinaggi.

Nel VI secolo, all’epoca degli imperi Eftalita e Kushana, nella valle di Bamiyan sono state realizzate le più grandi statue mai viste raffiguranti Buddha, le quali, secondo quanto riportato dal pellegrino cinese Xuanzang, giunto qui intorno al 630, erano decorate con oro e splendidi gioielli.

Durante l’arco della dominazione islamica fino alla dinastia ghaznavide (1186), queste importanti testimonianze artistico-religiose del passato pre-islamico non vennero profanate.

Tuttavia l’ultimo imperatore della dinastia moghul Aurangzeb (1618-1707), ordinò al suo esercito di distruggere le gambe delle statue, e lo stesso tentò di fare Nadir Shah, entrambi senza alcun successo.

BamiyanL’intento di radere al suolo una delle più importanti testimonianze della scuola artistica del Gandhara fu portata a termine nel 2001, quando il regime dei Talebani dichiarò che le statue erano idolatre e contrarie all’islam e procedendo quindi con la loro distruzione.

A 14 anni di distanza, con la formazione di un nuovo, autoproclamato califfato, ad entrare nel mirino sono ancora una volta delle preziose testimonianze storiche: pochi giorni fa sono state infatti distrutte le mura dell’antica città assira di Ninive e le statue conservate nel museo, delle quali soltanto una parte erano delle copie in gesso.

In conclusione non penso sia giusto che gli attacchi siano rivolti anche a quelle opere e a quei monumenti che rientrano in quella categoria inestimabile che è il patrimonio artistico del passato.

Bamiyan

FacebookTwitterGoogle+PinterestTumblrStumbleUponRedditGoogle GmailPrintWordPressWhatsAppTuentiShare

Comments

comments

Comments are closed.

Scroll To Top